Denti dritti, deglutizione e linguaggio

Denti dritti, deglutizione e linguaggio nei bambini

Vediamo insieme al Dr. Matteo Beretta, Medico Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia e Gnatologia, come la moderna Ortodonzia può consentire il corretto sviluppo della bocca dei bambini.

L’Ortodonzia (dal greco “denti dritti”) ha acquisito uno straordinario sviluppo scientifico e tecnologico che l’ha portata a ricoprire un ruolo di crescente importanza per la salute, non solo orale, della persona, in un contesto in gran parte autonomo rispetto all’odontoiatria generale.  

La moderna Ortodonzia, o meglio Ortognatodonzia (denti dritti e viso armonico), consente infatti di ottenere significativi benefici che vanno oltre l’allineamento dei denti, per interessare anche l’equilibrio estetico delle labbra e del volto, l’efficacia della masticazione, la conservazione dei denti in salute, a partire da quelli da latte, fino alla postura corporea. Sempre più centrale è il contributo dell’Ortodonzia per assicurare le migliori condizioni morfologiche e funzionali della bocca dei bambini, con importanti ricadute positive sugli aspetti di interesse otorinolaringoiatrico, foniatrico, pediatrico, logopedico e fisiatrico.

Cosa è importante sapere

Le cosiddette "malocclusioni" sembrano andare incontro ad un costante incremento nel tempo, probabilmente legato alla progressiva civilizzazione e urbanizzazione di un numero crescente di persone e, quindi, alle modificazioni delle abitudini alimentari, al miglioramento delle condizioni sanitarie e alla ridotta incidenza della selezione naturale che ne conseguono.

Non bisogna mai dimenticare che le misure preventive più efficaci nei confronti delle malocclusioni consistono da un lato nell’attuare la profilassi della carie e dall’altro lato nell’individuare precocemente e nel correggere tutte quelle alterazioni del normale comportamento neuro-muscolare, comunemente raccolte nella famiglia delle “abitudini viziate”, in grado di perturbare la crescita e la conformazione finale della bocca (utilizzo eccessivo del succhietto, il “ciuccio”, succhiamento del dito, deglutizione infantile prolungata ecc). Da molto tempo in ortodonzia è chiaro il rapporto esistente tra i disordini del linguaggio e le malocclusioni dentarie e della necessità di una loro più ampia comprensione.

Da una diagnosi corretta scaturisce una terapia coerente e una prognosi attendibile, non solo per quanto riguarda la correzione stabile delle malocclusioni, ma anche per quanto riguarda il linguaggio, che costituisce un fondamentale elemento della vita di relazione. Nei bambini più piccoli la funzione di deglutizione della lingua, quando è anomala (deglutizione atipica), tende ad accentuare sia le anomalie morfologiche della bocca sia le alterazioni del linguaggio.

La terapia ortodontica effettuata nel momento giusto, eventualmente associata a logopedia, apporta un contributo fondamentale, in salute e benessere, alla soluzione di queste problematiche, per lo sviluppo corretto della bocca dei più piccoli e delle sue funzioni.

Bibliografia

  • Prevenzione in Ortodonzia
    Beretta M., Federici Canova f.
    Edito dalla Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), Milano 2014
  • Elementi di Ortodonzia
    Lanteri C., Beretta M.
    in Deglutologia
    A. Schindler, Omega Edizioni, Torino 2011

A Cura del Dr. Matteo Beretta
Medico Odontoiatra
Specialista in Ortognatodonzia e Gnatologia
Master in Odontoiatria Digitale
Membro del Consiglio direttivo della Società Italiana di Odontoiatria infantile

Direttore sanitario presso STUDIOZERO
Viale Aguggiari 22, Varese (VA)
Tel. 0332 18 88 188 – E-Mail  
www.matteoberetta.pro

Tags: bambini , varese,, dentista, malocclusione, linguaggio

Iscriviti alla newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


non ti perdere SCONTI e OMAGGI!

ISCRIVITI