L’Ortodonzia: molto più che denti dritti

L’Ortodonzia: molto più che denti dritti

Quando bisogna pensare a modificare eventuali anomalie nello sviluppo dei denti e delle arcate dentali dei bambini? Cos'è l'Ortodonzia Intercettiva?

L’Ortodonzia (o Ortognatodonzia, poiché si occupa del corretto sviluppo della dentatura, delle ossa mascellari e dei loro rapporti con la muscolatura del viso) è una branca specialistica della Medicina che ha lo scopo di risolvere le anomalie delle arcate dentali e dell’occlusione, chiamate “Malocclusioni”.

Seguire i piccoli pazienti dalla più tenera età fino al completamento della dentatura definitiva e della crescita facciale mira a promuovere e preservare la salute della bocca. Mantenere una dentatura da latte integra è la premessa fondamentale per la salute e il corretto allineamento dei successivi denti permanenti. Non ci sono limiti di età per le cure ortodontiche (dall’età infantile all’età adulta) e l'epoca ideale dipende strettamente dalle caratteristiche individuali e da una diagnosi corretta e, perciò, può variare molto da caso a caso.

Sono molto numerose le condizioni che beneficiano di una terapia precoce, anche prima dei 6 anni di età, quando è molto ampia la possibilità di modificare efficacemente la crescita e lo sviluppo delle arcate dentali in armonia con il viso, come nel caso della presenza di contrazione della arcata superiore (palato stretto), associata a morso incrociato e deviazione laterale della mandibola, oppure in caso di malocclusione di Classe III (mandibola prominente).

In questo caso si parla di Ortodonzia Intercettiva, ovvero una terapia ortodontica precoce che si occupi di portare nella giusta direzione lo sviluppo della bocca in equilibrio con la deglutizione, il linguaggio, la respirazione e la funzione dei muscoli masticatori e facciali. Caratteristiche fondamentali dell’Ortodonzia Intercettiva devono essere la semplicità e l’efficienza (con poco tanto!), al fine di ottenere il massimo dei benefici in fase di crescita e inserendosi con delicatezza nella vita quotidiana dei bambini. Questo approccio risulta fondamentale anche per quanto riguarda la diagnosi precoce delle possibili anomalie di sviluppo dei denti permanenti (denti mancanti-agenesie, denti in più-sovrannumerari o deviazioni del corretto percorso di eruzione dentale) per cui una valutazione radiografica effettuata nel momento giusto e con corrette indicazioni può prevenire complicazioni e guidare le decisioni terapeutiche più corrette.

Non bisogna mai dimenticare che le misure preventive più efficaci nei confronti delle malocclusioni consistono da un lato nell’attuare la profilassi della carie e dall’altro lato nell’individuare precocemente e nel correggere tutte quelle alterazioni del normale comportamento neuro-muscolare, comunemente raccolte nella famiglia delle “abitudini viziate”, in grado di perturbare la crescita e la conformazione finale della bocca (utilizzo eccessivo del succhietto, il “ciuccio”, succhiamento del dito, deglutizione infantile prolungata ecc).

La terapia ortodontica Intercettiva effettuata nel momento giusto, eventualmente associata alla logopedia, apporta un contributo fondamentale, in salute e benessere, alla soluzione di queste problematiche, per lo sviluppo corretto della bocca dei più piccoli e delle sue funzioni.

La terapia Intercettiva o Ortopedica (dal greco “bambino dritto”, ovvero che cresce correttamente) può essere seguita da una fase Ortodontica di risoluzione definitiva della malocclusione dal punto di vista dentale. Questa è l’Ortodonzia Correttiva, che, quando necessaria, può essere intrapresa nelle ultime fasi della dentatura mista (passaggio da dentatura da latte a quella permanente), condizione che si verifica in media intorno ai 10-12 anni di età, per definire il corretto allineamento dei denti permanenti, ottimizzando funzione ed estetica. A parità di soluzione i tempi di terapia sono influenzati principalmente dalle caratteristiche della problematica diagnosticata, che può richiedere, a seconda della complessità, un approccio in una, due o anche più fasi di cura tra loro nettamente distinte e dalla risposta biologica individuale dell’organismo.

Attenzione a Carie precoci e Malocclusioni!
Attenzione, quindi, al circolo vizioso che si può instaurare ma che può essere facilmente gestito in ottica preventiva

“sapendo che, informando di e osservando cosa…nel momento giusto”

Dr. Matteo Beretta
Dir. Sanitario di Studiozero s.r.l.
Medico Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia, Master in Odontoiatria Digitale
Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Varese
Membro del Consiglio Direttivo Nazionale della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (SIOI)
Assistant Editor della Rivista Europea di Odontoiatria Pediatrica (European Journal of Pediatric Dentistry)

Direttore sanitario presso STUDIOZERO
Viale Aguggiari 22, Varese (VA)
Tel. 0332 18 88 188 
www.studiozero.srl 

Bibliografia

  • Prevenzione in Ortodonzia
    Beretta M., Federici Canova F. Edito dalla Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), Milano 2014
  • Elementi di Ortodonzia
    Lanteri C., Beretta M. in Deglutologia O. Schindler, Omega Edizioni, Torino 2011
  • Raccomandazioni Cliniche in Odontostomatologia; Ministero della Salute Nov. 2017
    Linee guida nazionali per la diagnostica radiologica odontoiatrica in età evolutiva. Ministero della Salute 2017
    Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva. 2013
::pubbliredazionale::

Tags: bambini , dentista per bambini varese,, malocclusione, ortodonzia, apparecchio

Iscriviti alla newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


non ti perdere SCONTI e OMAGGI!

ISCRIVITI