L'isola di Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini

Lanzarote sembra fatta apposta per un viaggio con i bambini: grande abbastanza da offrire una buona varietà di attrattive, ma ideale per essere girata con brevi spostamenti e soprattutto ben attrezzata anche per i più piccoli.

Il clima mite tutto l’anno e le quattro ore d’aereo che ci separano da questo paradiso sono i punti a favore che la rendono una meta ancor più appetibile per le famiglie!

Volo, sistemazione e organizzazione

Per il volo, Easyjet offre un ottimo diretto da Malpensa. Tolti agosto e le festività, ve la caverete con circa 100€ a persona.

Bene, ma dove conviene cercare l’hotel o l’appartamento? Le località turistiche a Lanzarote sono tre, tutte sulla costa:

  • Playa Blanca, a sud, più protetta dai venti e votata al turismo per famiglie;
  • Puerto del Carmen, circa a metà isola, molto turistica e un po’ tamarra, vanta però la migliore posizione per visitare tutte le attrazioni, ed è anch’essa abbastanza protetta dal vento;
  • Costa Teguise, verso nord, meno rumorosa, votata maggiormente ai resorts, abbastanza comoda per visitare l’isola ma più esposta al vento.

E per muoversi? L’opzione migliore è noleggiare un’auto. Le compagnie low cost del posto (Cicar e Payless) danno un ottimo servizio e forniscono gratuitamente i seggiolini per bambini. Anche la benzina è economica.


Vulcano Timanfaya

Ora non vi resta che fare i bagagli! Una settimana a Lanzarote permette di viaggiare leggeri: in qualsiasi periodo partiate, organizzatevi con t-shirt e pantaloni corti, e portatevi un paio di cambi lunghi per mattina presto e sera, quando le temperature si abbassano. Un k-way sarà utile: il sole è sempre caldo, ma il vento che spesso batte l’isola non lo è per nulla. Se avete figli temerari, che vogliono fare il bagno in mare nonostante l’acqua gelida dell’Atlantico, portate per loro una mezza muta, così gli unici ghiaccioli saranno quelli che mangerete.


Playa Papagayo

Cosa visitare con i bambini

Che cosa vedere adesso che siete arrivati? Ecco qualche suggerimento sulle principali attrazioni da visitare con i bambini:

Jardin de CactusGiardino di cactus ritagliato dentro una cava di roccia lavica, dell’artista Cesar Manrique. Non portatevi il passeggino e, se vostro figlio cammina da solo, neanche il marsupio, i percorsi sono semplici e le distanze brevi. Ci sono caffetteria e bagni attrezzati.

Jameos del AguaUna piscina naturale che ospita una specie di piccoli granchi unica, in una grotta vulcanica, con museo e ristorante, sempre di Manrique. Niente passeggino, ma marsupio sì se il vostro bimbo è ancora molto piccolo: il percorso prevede molte scale. Ottimo e non troppo costoso il ristorante nella grotta, volendo fa anche caffetteria. Bagni presenti e in ordine.

Cueva de los Vertes Serie di grotte scavate dalla lava del vulcano, prevede un percorso accidentato di circa un chilometro, tra discese ripide, risalite faticose e cunicoli molto bassi con volte irte. Niente passeggino, ma neanche marsupio. Bagni presenti, nessun punto di ristoro (portatevi dell’acqua).

Mirador del RioBellissimo belvedere che dà sull’isola di La Graciosa, disegnato da Manrique. Facile e veloce da visitare, il passeggino può essere usato solo in parte, ma più che sufficiente. Caffetteria con la miglior vista del mondo presente, bagni (senza vista, grazie al cielo) anche.

Vulcano Timanfaya – Re incontrastato dell’isola, il vulcanoTimanfaya si impone grandioso su una immensa landa desolata, dall’apparenza lunare. Non avrete bisogno né di passeggino né di marsupio: la visita si fa in pullman turistico. In cima il ristorante ha prezzi onesti. Bagni attrezzati. Per strada, passate dalla zona di La Geria, e al ritorno fate una gita a El Golfo. Non rimarrete delusi in nessuno dei due casi.

Playa Papagayo e dintorni Serie di graziose spiaggette ricavate nella scogliera, riparate dal vento, con sabbia fine e bel mare. Niente passeggino. In cima c’è un piccolo bar con servizi.

Se avrete a disposizione più tempo, potrete scegliere tra tante altre attrazioni meno blasonate, ma comunque sempre curate e ben organizzate, come del resto tutta Lanzarote. Valutate anche una gita in giornata alle vicine isole di La Graciosa e Fuerteventura.


El Mirador

Buon Viaggio!

A cura di Elisa Reddavid

Tags: bambini , vacanze, lanzarote, lanzarote con i bambini

Iscriviti alla newsletter

 

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

ISCRIVITI

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


non ti perdere SCONTI e OMAGGI!

ISCRIVITI